Crea sito

Cerca

image2 image3 image1

Utilità della geolocalizzazione per le imprese

 

Osservando i flussi di comunicazione degli utenti, si possono individuare tre logiche di comunicazione integrata:

  1. Lifestream”. Chi è presente su un social media tende ad aggiornare in modo costante i contenuti, condividendoli con i propri contatti che a loro volta possono commentare e/o ricondividere nuovamente;
  2. Following”. Chi segue su un social media, ad esempio Twitter, i contenuti in tempo reale, magari anche allertati da notifiche push;
  3. Engagement”. Le piattaforme di social network che stimolano l’interazione con gli altri. Esempio, Facebook con i pulsanti “mi piace” e “condividi”.

Le piattaforme più diffuse di geolocalizzazione hanno al loro interno le tre logiche sopra individuate. I Lbs hanno funzionalità di crossposting vale a dire dei sistemi che consentono l’inserimento di uno stesso contenuto su diverse piattaforme. Ad esempio Hootsuite[7]. L’integrazione delle varie piattaforme è possibile grazie a Application programming interfaces (API).

Il successo della geolocalizzazione è dovuto anche al fatto che gli utenti la vivono come un gioco, un’attività ludica: viene visto come un mezzo per entrare in contatto velocemente con chi è “nei pressi”, o di beneficiare di offerte speciali da parte delle attività a cui si è interessati. Tutto questo fa passare in secondo piano il rischio legato al rivelare un dato sensibile.

I Location-based services integrano la comunicazione aziendale dei social network e veicolano nuove forme di marketing e di promozione. Qualche esempio:

le pizzerie “Domino’s” nel Regno Unito premiano il cliente più fedele ed attivo sul social network con una pizza gratuita a settimana;

la palestra “Virgin Active” di Casalecchio di Reno (BO) offre una seduta di allenamento gratuito a chi arriva tramite Foursquare;

“Coin”. Per premiare la fedeltà di quegli utenti di Foursquare che fanno più check-in in un determinato negozio in un certo periodo, Coin ha pensato a un premio speciale: una Coincard Easy in omaggio. Agli utenti verrà mostrato sullo schermo un badge da presentare in negozio per ritirare la card;

“Starbucks”, offre ai suoi clienti, dopo 5 check-in, il badge di barista in modo che inizino vere e proprie sfide con l’obiettivo di accedere a offerte limited edition o a veri e propri omaggi.